Skip to content Skip to footer

3 modi per imparare l’inglese mentre siete in Italia

Tra gli ostacoli che spaventano coloro che vorrebbero trasferirsi negli States o in un qualunque paese straniero c’e’ la conoscenza della lingua. L’inglese del quotidiano infatti e’ tutta un’altra cosa rispetto a quello scolastico, o turistico, a cui inizialmente si e’ abituati.

Sia che scegliate di fare il college in America sia che finite per lavorare in una company americana, si presume che siate in grado di sostenere una conversazione, argomentare, replicare prontamente a ogni domanda. In particolare, il modo in cui l’universita’ e’ strutturata negli States include la conversazione come parte del foto finale, quindi il professore si aspetta che contribuiate a ogni lezioni condividendo le vostre opinioni. 

Premesso che il modo migliore per imparare l’inglese e’ spendere tempo in un Paese dove si parla inglese per almeno 3-4 mesi, a contatto con la popolazione del posto (tradotto, lasciate a casa i vostri amici che parlano la vostra stessa lingua madre), ecco i consigli piu’ efficaci per massimizzare l’apprendimento dell’inglese mentre siete ancora in Italia:

Abbonarsi a un giornale o rivista in inglese.
Non scegliete un giornale qualunque ma pensate ai vostri interessi e obiettivi di carriera e scegliete quello che e’ in piu’ in linea coi vostri goals. L’esempio piu’ efficace e’ sempre il Wall Street Journal, perche’ da’ una panoramica della situazione economica e della vita negli Stati Uniti con dedizione e attraverso diverse industrie.

Sapere cosa succede in America nell’industria di vostro interesse ma anche pensando a qual e’ il trend economico del Paese in un determinato momento storico e’ un’arma importante quanto dovrete preparare applications per il college o per un lavoro. Connecting the dots, ovvero collegare insieme punti diversi dello stesso grande puzzle e’ una qualita’ molto apprezzata dai recruiters e dagli hiring managers.

Ogni giornale o rivista oggi puo’ essere scaricato visionato online, in alcuni casi pagando una membership. La ragione per cui pagare una membership puo’ essere meglio che affidarsi a siti che diffondono notizie gratuite e’ la motivazione psicologica che l’atto del pagamento fara’ scattare. Se sapete che spendete dei soldi per un servizio, sarete piu’ propensi a massimizzarne l’uso e questo obiettivo di migliorare l’inglese attraverso la lettura sara’ letteralmente eseguito, senza rimanere un semplice buon proposito.

Netflix.
Pagare la membership a uno streaming service come Netflix, Hulu, or Amazon Prime. Se siete fan scatenati di una serie proposta da uno di questi servizi, siete fortunati. Tutti trasmettono le serie in lingua originale, con la possibilita’ di aggiungere i sottotitoli.

Questa possibilita’ vi permette di curare l’ascolto e focalizzarvi sulla comprensione e sulla pronuncia. Il consiglio migliore e’ quello di guardare il film inizialmente coi sottotitoli in inglese, non in italiano. Questo vi permettera’ di connettere meglio la parola ascoltata a quella scritta, e il vostro cervello potra’ immagazzinare meglio quella parola.

Dopo qualche mese, provate a rimuovere i sottotitoli e ad ascoltare il film o telefilm senza. Un’idea puo’ essere di riguardare l’intera serie in lingua originale, ma senza sottotitoli.

Per facilita’, scegliete serie tv non troppo complicate da seguire nella trama, altrimento questo esperimento rischia di diventare piu’ una tortura che un piacere.

Apps.
Far si’ che l’apprendimento dell’inglese diventi parte della vostra routine quotidiana (si’, questo lavoro va fatto ogni giorno) passa anche dagli strumenti che usiamo con frequenza giornaliera. Di conseguenza, usare lo smartphone a questo scopo e’ un’ottima idea.

Da alcuni anni si sono diffuse svariate apps per chi vuole imparare una lingua straniera. La piu’ nota e’ Duolingo, nata alcuni anni fa a Pittsburgh. La maggior parte delle apps adotta un modello di business chiamato freemium, dove si puo’ accedere a una versione basic gratuita per cominciare e in seguito se volete fare sul serio potete fare l’upgrade alla versione pagata.

Tenete conto che le app non sostituiscono i due punti accennati sopra (abbonamento a un giornale e Netflix). L’app e’ piu’ uno strumento di supporto. Spendiamo cosi’ tanto tempo sui nostri smartphone, spesso in modo non produttivo. Avere una app per imparare l’inglese installata nel nostro iPhone o Android puo’ aumentare la vostra produttivita’.

Sei in cerca di idee su come migliorare il tuo inglese e non sai da dove partire, ne parlo spesso nei miei video. Sia in questo caso, sia che tu stia considerando il Toefl per fare l’application in un’universita’ americana, contattami per avere tutti segreti da uno che l’ha gia’ fatto (piu’ di una volta…).