Skip to content Skip to footer

Cose pratiche che puoi fare gia’ oggi per trasferirti in USA in futuro

Trasferirsi negli Stati Uniti, inteso come un trasferimento per lavorare e vivere a lungo in America, non e’ fattibile dall’oggi al domani.

In alcuni casi, ciascuno ha situazioni in ballo (lavoro, universita’, situazioni famigliari) che non permettono in questo specifico momento di trasferirsi in America.

Tuttavia e’ possibile sfruttare questa situazione di stand-by a vostro favore, lavorando gia’ da ora su alcune cose che comunque vi serviranno al momento di fare il passo per trasferirsi in USA.

Del resto, per chi non e’ cittadino USA, ci sono situazioni da non sottovalutare, a cominciare dal permesso di lavoro, noto anche come visto lavorativo.

In pratica, sebbene non possiate gia’ trasferirvi in America oggi o nel prossimo mese, potete sicuramente portarvi avanti.

Occorrono infatti almeno due cose per realizzare il sogno Americano: organizzarsi per tempo e completare una serie di procedure burocratiche. Analizziamo allora cosa potete fare gia’ oggi:

  1. Avere un passaporto valido per oltre sei mesi.
    Per esempio, molti visti non vengono rilasciati se il passaporto italiano con cui vi presentate al consolato degli Stati Uniti d’America scade prima dei 6 mesi seguenti al momento dell’appuntamento. Inoltre, se avete in passato visitato certi stati che non hanno buone relazioni diplomatiche con gli Stati Uniti, questo fatto potrebbe richiedere ulteriore scrutinio. Informatevi su quali documenti potete esibire a vostro favore per dimostrare che in quel Paese vi trovavate solo per motivi come turismo o lavoro.

  2. Chiarirvi le idee sui visti studente e di lavoro.
    Se siete decisi a trasferirvi in USA, dovrete fare i conti con il sistema di immigrazione americano e le sue regole.
    Il primo passo e’ percio’ capire quale visto faccia al caso vostro. Infatti la lista dei visti e’ lunga e ciascuno ha le sue regole. Iniziare il processo di trasferimento in USA avendo gia’ un quadro chiaro dei visti e’ un buon punto di partenza. Per documentarti sui visti, puoi scaricare questa breve guida.

  3. Documenti per iscriversi all’universita’ in USA.
    Se puntate a iscrivervi a un college negli Stati Uniti, vi occorreranno i certificati di diploma o laurea, talvolta la lista di tutti gli esami sostenuti, sia in italiano che in inglese.
    In alcuni casi e’ sufficiente una copia dei documenti, in altri occorre un transcript originale spedito e firmato direttamente dalla vostra scuola superiore o universita’ triennale.
    Talvolta le universita’ italiane prevedono l’obbligo della marca da bollo per ogni transcript, ma poiche’ le regole per il rilascio di questi documenti variano a seconda dell’istituzione accademica in questione, occorre informarsi presso ciascuna segreteria.

  4. Non sottolavutare le tempistiche nel raccogliere documenti
    Anche le tempistiche giocano un ruolo importante. Per esempio, se dovete spedire dei documenti per l’application a un college americano all’inizio di gennaio, ricordatevi che alcune universita’ hanno molti uffici chiusi durante le vacanze di Natale. Inoltre se parte del personale va in ferie, ottenere certi documenti in quel periodo puo’ richiedere piu’ tempo o essere complicato.

  5. Sostenere un esame di lingua inglese.
    Sempre se intendete studiare negli Stati Uniti al college, occorrera’ una prova che certifichi una buona conoscenza dell’inglese.
    Per farlo, l’esame piu’ noto si chiama Toefl IBT (Test of English as Foreign Language) che si puo’ svolgere in varie citta’ italiane, tra cui Milano, Bologna e Firenze (puoi vedere la lista completa qui).
    Questo esame ha validita’ di due anni. Quindi, se puntate a trasferirvi in USA tra un anno, potete gia’ mettervi a studiare per questo esame e farlo nei prossimi mesi.
    Oltre al Toefl, molte istituzioni accademiche americane accettano l’Ielts.

Come dimostrano i punti elencati sopra, l’organizzazione e’ fondamentale se ci si vuole trasferire con successo negli Stati Uniti.

E sapendo che per finalizzare alcune cose occorre tempo, potete gia’ mettervi al lavoro oggi.